Per Joy

16 03 2010

Il tema del carcere riemerge in tutta la sua drammaticità nel giorno in cui Joy, una ragazza nigeriana che si è ribellata ai suoi sfruttatori, viene trasferita dal Cie di Modena a quello di Ponte Galeria dove si sta preparando un’esplusione di massa per il 18 marzo che prevede anche l’esplusione di Joy nonostante abbia avviato un percorso per ottenere l’articolo 18 come vittima della tratta 😦

A Joy e a tutte e tutti coloro che sono privat@ della propria libertà, dedico Nella città l’inferno, un film del 1958 tratto dal romanzo Roma, via delle Mantellate di Isa Mari e sceneggiato dal regista Renato Castellani insieme a Suso Cecchi d’Amico.

Due grandi attrici, Giulietta Masina, nel ruolo di Lina, una giovane domestica che finisce in prigione vittima di un raggiro, e una strepitosa Anna Magnani, nel ruolo di Eagle che si sente attratta dall’incredibile ingenuità e credulità di Lina e la protegge esortandola a “farsi furba” per adeguarsi alla realtà della vita.

Un film che ci catapulta nella sezione femminile del carcere di Regina Coeli degli anni ’50 e nella sua tragica umanità.

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: